SINOSSI

 

Donna, sei tanto grande e tanto vali,

che chi vuol grazia e a te non ricorre

sua disianza vuol volar senz’ali

Dante Alighieri, Paradiso XXXIII, vv. 11.15

 

 I versi del canto XXXIII del Paradiso sono rivolti alla Vergine, ma in quel “donna” possiamo scorgere tutte le figure femminili che, nella Commedia, il sommo poeta ha esaltato. Più volte nella sua produzione poetica, Dante ci ha invitati a conoscere le “ali” delle donne, angeli in grado di elevare l’uomo a Dio, attraverso anche una semplice apparizione. Ma nella Commedia non ci sono soltanto quelle donne alate, ci sono anche donne alle quali quelle ali sono state spezzate.  

 

 

PRODUZIONE: ARB DANCE COMPANY

 

DIREZIONE ARTISTICA ANNAMARIA DI MAIO

 

COREOGRAFIE: ROBERTA DE ROSA

 

DRAMMATURGIA E REGIA: MICHELE CASELLA

 

CON: NELLO GIGLIO, ROBERTA DE ROSA, MARTINA FASANO, KATIA MAROCCO, NICOLA PICARDI.

 

VOCE DI: ANNA OLIVIER